⇐ Presentazione

Geografia ⇒

Storia

Pre-coloniale

Studi archeologici hanno trovato segni di presenza umana nella zona di Chek Lap Kok risalenti ad un periodo tra i 35.000 e i 39.000 anni or sono, mentre nella penisola di Sai Kung databili a 6000 anni fa. Wong Tei Tung e Kei Ling Ha Hoi sono i due primi siti della presenza umana del Paleolitico. Gli studiosi ritengono che Kei Ling Ha Hoi fosse un insediamento, mentre Wong Tei Tung un sito di produzione litica. I reperti rinvenuti dell'epoca neolitica suggeriscono differenze tra la cultura di Longshan appartenente al nord della Cina e il popolo Che, un branca degli Yao, prima dell'avvento della migrazione dei Baiyue. Otto incisioni rupestri, risalenti alla dinastia Shang, sono stati trovati sulle isole circostanti.

Nel 214 a.C., Qin Shi Huang, il primo imperatore della Cina, conquistò le tribù Baiyue stanziate presso Jiaozhi (nell'attuale regione del Liangguang) e le incorporò nel territorio della Cina imperiale. La moderna di Hong Kong, all'epoca, era amministrativamente considerata come una comanderia di Nanhai e si trovava vicino alla antica capitale di Panyu (oggi nota come Canton). Il dominio dell'area fu consolidato sotto il regno di Nanyue, fondato dal generale Zhao Tuo, nel 204 a.C., dopo la caduta della dinastia Qin. Quando il regno fu conquistato dall'imperatore Han Wudi nel 111 a.C., la zona fu assegnata alla comanderia di Jiaozhi sotto il controllo della dinastia Han. Gli studi archeologici indicano, durante questo periodo, un aumento della popolazione e una fiorente produzione di sale. Si ritiene che la tomba di Lei Cheng Uk Han, che si trova nella penisola di Kowloon, sia stata costruita durante la dinastia Han.

Durante il periodo della dinastia Tang, la regione del Guangdong fiorì come centro commerciale regionale. Nel 736, l'imperatore Xuan Zong della dinastia Tang fece edificare, presso Tuen Mun, una cittadella fortificata per difendere la zona costiera. La prima scuola del luogo, L'istituto Li Ying, fu fondata intorno al 1075 nei Nuovi Territori sotto la dinastia Song del Nord. Durante l'invasione mongola nel 1276, la corte della dinastia Song meridionale si trasferì prima a Fujian, poi a Lantau Island e in seguito a Sung Wong Toi (la moderna Kowloon). Il figlio dell'imperatore Bing, si suicidò per annegamento, insieme ai suoi ufficiali, dopo essere stato sconfitto nella battaglia di Yamen. Hau Wong, un funzionario dell'imperatore, è ancora oggi ricordato a Hong Kong.

Il più antico visitatore europeo che arrivò in questi luoghi e di cui si abbia notizia, fu Jorge Álvares, un esploratore portoghese che qui giunse nel 1513. Dopo aver stabilito insediamenti nella regione, i mercanti portoghesi iniziarono i commerci. Questi furono, tuttavia, presto interrotti da scontri militari, tra cinesi e portoghesi, che portarono nel XVI secolo al divieto di contatti commerciali con gli stranieri. Tra il 1661 e il 1669, la zona fu interessata dall'ordine dell'imperatore Kangxi che portò all'evacuazione delle zone costiere del Guangdong. Questo comportò l'abbandono del luogo da parte dei circa 16.000 persone. Durante questo periodo, il territorio dell'odierna Hong Kong, diventò gran parte disabitato. Nel 1685, Kangxi divenne il primo imperatore a riaprire al commercio con gli stranieri, interdendo però a questi ultimi alcuni luoghi, il possedimento di armi da fuoco e permettendo di commerciare solo tramite l'argento. La Compagnia britannica delle Indie orientali iniziò le sue attività in Cina nel 1699, ma ben presto si svilupparono enormemente. Nel 1711 la compagnia stabilì la sua prima stazione commerciale a Canton. Nel 1773, gli inglesi vendevano 1.000 casse di oppio all'anno alla Cina, vendite che raddoppiarono 6 anni dopo.

Epoca coloniale britannica


Sotto il dominio britannico, la popolazione di Hong Kong isola aumentò dai 7.450 residenti del 1841, per lo più pescatori cinesi, a 115.000 cinesi e 8.754 europei registrati nel 1870.Nel 1839 il rifiuto da parte delle autorità della dinastia Qing all'importazione di oppio, scatenò tra Cina e Gran Bretagna la Prima Guerra dell'Oppio. L'isola di Hong Kong fu occupata dalle forze britanniche il 20 gennaio 1841 e formalmente ceduta, ai sensi della Convenzione di Chuenpee, come parte di un accordo di cessate il fuoco tra il capitano Charles Elliot e il governatore Qishan. Tuttavia tale trattato non fu mai ratificato a causa di una controversia tra i funzionari di alto rango di entrambi i governi. Con il trattato di Nanchino, stipulato il 29 agosto 1842, l'isola passò effettivamente per 100 anni al Regno Unito. I britannici stabilirono una Colonia della corona britannica con la fondazione di Victoria City, avvenuta l'anno successivo.

Nel 1860, dopo la sconfitta della Cina anche nella seconda guerra dell'oppio, la penisola di Kowloon e l'isola di Stonecutter si aggiunsero, a seguito della Convenzione di Pechino, ai possedimenti della Gran Bretagna.

Nel 1894 la terza pandemia di peste bubbonica si diffuse dall'entroterra Cinese a Hong Kong, causando tra i 50.000 e i 100.000 morti.

Nel 1898 secondo i termini della Convenzione per l'estensione del territorio di Hong Kong, la Gran Bretagna ottenne la cessione per 99 anni dell'isola di Lantau e le terre settentrionali adiacenti, che divennero note come i Nuovi Territori. Da allora i confini di Hong Kong sono rimasti invariati.>

Durante la prima metà del XX secolo, Hong Kong era un porto franco. Gli inglesi introdussero un sistema scolastico basato sul proprio modello, mentre la locale popolazione cinese ebbe pochi contatti con la ricca comunità europea che si stabilì nei pressi di Victoria Peak.

Invasione giapponese

In concomitanza con la sua campagna militare, l'Impero giapponese invase Hong Kong l'8 dicembre 1941. La battaglia di Hong Kong si concluse con la cessione della colonia al Giappone, avvenuta il 25 dicembre. Durante l'occupazione giapponese, i civili patirono carestia e iper inflazione della moneta. A causa di ciò vi fu un rimpatrio di molti cinesi verso la terraferma. La popolazione di Hong Kong si ridusse da 1,6 milioni di abitanti del 1941 a 600.000 nel 1945, quando il Regno Unito riprese il controllo della colonia.

Guerra fredda

La popolazione di Hong Kong recuperò rapidamente a seguito di un'ondata di immigrati provenienti dalla Cina dove era in corso la guerra civile cinese. Quando fu proclamata la Repubblica Popolare Cinese, nel 1949, altri migranti fuggirono a Hong Kong per il timore di persecuzione da parte del Partito Comunista di Cina. Molte aziende di Shanghai e Canton spostarono qui le loro attività.

Nel 1950 la rapida industrializzazione di Hong Kong fu trainata dalle esportazioni tessili e dall'espansione delle altre industrie manifatturiere. La popolazione cresceva così come il tenore di vita. Le attività commerciali del luogo hanno accelerato ancora di più quando Shenzhen, subito a nord di Hong Kong, è diventata una Zona Economica Speciale della Repubblica Popolare Cinese. E se il settore manifatturiero è gradualmente diminuito a causa dello sviluppo industriale nel sud della Cina continentale, il comparto dei servizi ha sperimentato elevati tassi di crescita, soprattutto tra gli anni ottanta e novanta.

Durante tutto il periodo coloniale britannico, Hong Kong si è sviluppata in tutti gli aspetti, dall'economia al sistema sanitario. Molte strutture sanitarie sono state costruite per i suoi cittadini, come ad esempio il Queen Elizabeth Hospital, il Queen Mary Hospital, il Princess Margaret Hospital e il Prince of Wales Hospital. Nel 1984 è stata sottoscritta la dichiarazione congiunta fra Cina e Gran Bretagna, un accordo per il trasferimento della sovranità alla Repubblica Popolare Cinese, che stabiliva che Hong Kong sarebbe stato governato, a partire dal 1997, come una regione amministrativa speciale, conservando le sue leggi e un alto grado di autonomia per almeno 50 anni. Il diritto di Hong Kong si basa sul sistema di diritto inglese.

Sotto la sovranità cinese, dal 1997

Il 10 marzo 2005 Tung ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di capo dell'esecutivo a causa di "problemi di salute". Donald Tsang, il segretario generale dell'amministrazione, a seguito delle elezioni del 21 giugno 2005, svoltesi comunque senza una opposizione, è divenuto secondo capo dell'esecutivo di Hong Kong. Nel 2007 Tsang è stato riconfermato per un secondo mandato.Il 1º luglio 1997 vi fu il trasferimento della sovranità di Hong Kong dal Regno Unito alla Repubblica Popolare Cinese, che terminò ufficialmente i 156 anni di dominio coloniale britannico. L'ultimo governatore britannico di Hong Kong fu Christopher Francis Patten dal 1992 al 1997. Hong Kong divenne la prima regione amministrativa speciale della Cina e Tung Chee-Hwa assunse la carica di primo capo dell'esecutivo. Quello stesso anno, Hong Kong subì un doppio colpo: la crisi finanziaria asiatica e l'epidemia di influenza aviaria H5N1. Nel 2003, Hong Kong è stata gravemente colpita dallo scoppio della Sindrome Acuta Respiratoria Severa (SARS). L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che a Hong Kong vi siano stati 1.755 infetti e 299 morti. Si stima che circa 380 milioni di dollari di Hong Kong (48,9 milioni dollari americani) siano stati persi a causa dell'epidemia.

Oggi, Hong Kong continua ad essere protagonista come centro finanziario mondiale, ma deve affrontare l'incertezza sul suo futuro a causa della crescente economia della Cina della terraferma e il suo rapporto con la Repubblica Popolare Cinese in proposito della riforma democratica e del suffragio universale.

Fonte : https://it.wikipedia.org/wiki/Hong_Kong

Need assistance ?